NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Bondeno: notizie in primo piano

Quattro ponti per 2,5milioni

PNRR 01

Quattro ponti cruciali per il territorio riceveranno interventi per complessivi 2,5milioni di euro. Finanziamenti provenienti dalla legge di stabilità 2018, poi inseriti dal Governo nel bilancio 2019 e infine resi disponibili per l’annualità 2022.

Ecco quindi che il comune di Bondeno si è fatto trovare pronto, predisponendo interventi sui ponti di San Giovanni a Bondeno capoluogo, Scortichino, Zerbinate e Santa Bianca. «Per ragioni differenti, sono quattro infrastrutture strategiche per residenti e lavoratori – spiega il sindaco, Simone Saletti –. Alcuni di questi ponti, come quello di Scortichino sul canale Diversivo, necessitano di importanti interventi di messa in sicurezza, mentre per il ponte di San Giovanni prevediamo una manutenzione preventiva, che strizzi l’occhio a ciclisti e pedoni e renda efficiente l’infrastruttura per tanti anni a venire. In particolare – prosegue il primo cittadino – il ponte di San Giovanni che attraversa il fiume Panaro è percorso quotidianamente da numerosi utenti a piedi o in bicicletta: anche in relazione alle spinte verso la mobilità green, occorre quindi dedicare loro uno spazio più idoneo, sicuro ed efficiente».

Nella fattispecie, il finanziamento totale da 2,5milioni è così suddiviso: 900mila euro per il ponte di San Giovanni, cui va sommato un importo equivalente per il ponte Bailey di Santa Bianca. Dopodiché, 450mila euro sono previsti sul ponte di Scortichino e 250mila su quello di Zerbinate. «Quest’ultimo – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Marco Vincenzi –, rappresenta il punto di collegamento fondamentale con la provincia di Mantova, percorso quotidianamente da numerosi cittadini che si recano al lavoro. Allo stesso modo, il ponte di Scortichino costituisce l’arteria principale per connettere Bondeno con Finale Emilia e con la provincia di Modena. Il ponte Bailey di Santa Bianca – conclude l’assessore – è invece un’infrastruttura da ripristinare, utile ai residenti della frazione che hanno bisogno di spostarsi da una parte o dall’altra del Panaro».

La sicurezza dei ponti e delle infrastrutture è una priorità nelle linee di mandato dell’amministrazione, tant’è che in questi anni sono in fase di progettazione o di inizio lavori numerosi ponti: «Dal nuovo Ponte di Borgo Scala, già costruito e percorribile da due anni – chiosano Saletti e Vincenzi –, al cantiere di ricostruzione del Ponte della Rana in partenza quest’anno. Adesso si aggiungono anche questi quattro ponti cruciali del territorio, e infine la Provincia demolirà e ricostruirà il ponte sul canale di Burana all’altezza del cimitero del capoluogo».

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn
Altre notizie