Manutenzioni del patrimonio

lavori

Dalle recinzioni del centro sportivo Bihac, alle barriere anti-piccione da installare nella Casa del Custode; dalla manutenzione delle fontane, alle giostre per i bambini nei parchi pubblici, fino al “pulsante per sicurezza” da installare in ogni aula scolastica delle primarie. Sono molteplici gli interventi che stanno per essere effettuati su tutto il territorio comunale. «Oltre agli investimenti per la creazione delle nuove opere strategiche, occorre riservare attenzione alla manutenzione ordinaria del patrimonio esistente», confermano la direzione di marcia sia il sindaco Fabio Bergamini, che l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi. Primi interventi in agenda, in tal senso, saranno le nuove recinzioni (che sostituiranno quelle ormai logore che sono state recentemente rimosse) del centro sportivo Bihac. Per il quale è previsto un intervento da 4500 euro più Iva. Ma non ci si limiterà soltanto a questo intervento. «Esiste un intervento che vogliamo eseguire con una certa urgenza – spiega Marco Vincenzi – a proposito della Casa del Custode in via De Amicis, che era stata fino al terremoto la sede dell’Avis e di altre associazioni. Ora, la presenza dei piccioni che nidificano nella zona ha creato un problema per il guano cosparso in centro storico. Abbiamo previsto un intervento da 2900 euro più Iva per sanare questa situazione». Nel frattempo, già in questi giorni, l’area è stata interessata da un primo intervento che prevede l’installazione di barriere a rete nella Casa del Custode, per impedire ai piccioni di nidificare al suo interno. Altro capitolo, sarà quello della manutenzione delle fontane di viale Pironi e del centro 2000, con un particolare sensore “anti-vento”, che consentirà di bloccare l’erogazione idrica in caso di forti correnti d’aria che possono creare disagi. Inoltre, tra le manutenzioni programmate vi sarà anche quella straordinaria delle strutture ludiche installate nei parchi di Gavello, Pilastri e piazza Aldo Moro, frequentate da famiglie con bambini. Proprio in direzione di una maggiore sicurezza di questi ultimi, infine, va contestualizzata l’installazione in tutte le aule delle nuove scuole primarie “Cesare Battisti” (in via Gardenghi) di un pulsante di emergenza. All’interno delle classi possono verificarsi emergenze, come un malore. «Per consentire di dare l’allarme in tempi rapidi – conclude Vincenzi – e di prendersi cura tempestivamente di chi è presente nei plessi scolastici, in ogni aula verrà installato un pulsante per consentire una chiamata via radio, che arriverà alle postazioni del personale in servizio nell’atrio, attraverso un’apposita consolle. L’aula che ha attivato l’allarme comparirà a monitor e si potranno immediatamente attivare i soccorsi»

RECINZIONI BIHAC

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn