NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Programmazione 2018: prima riunione

consiglio

Prima riunione di Giunta del nuovo anno e primi paletti fissati, per impostare la programmazione degli interventi del 2018. Alcuni dei quali già anticipati dal sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini, nel corso della consueta conferenza di fine anno. «Giovedì 4 abbiamo semplicemente indicato le “direttive” dell’Amministrazione, per il 2018 – spiega il sindaco – ma la prossima settimana ci sarà l’indicazione puntuale delle priorità in termini di investimenti. Vale a dire – continua Bergamini – l’approvazione del Peg: in pratica, andremo ad assegnare le somme economiche stanziate ai singoli funzionari, per sviluppare il lavoro del 2018». In quella sede verranno anche individuate le priorità del Piano investimenti, che sono molte. Con un totale di 7,5 milioni di euro di investimenti complessivi, comprese le opere della ricostruzione, 3,5 milioni dei quali derivanti da contributi commissariali. Ci sarà però anche un’attenta valutazione delle priorità del territorio. In fatto di viabilità, per esempio, si procederà con gli atti necessari ai lavori di viale Matteotti, mentre per le “ciclabili” verrà finanziata  quella di via per Scortichino (altezza Belfiore). «In ambito scolastico – dicono Fabio Bergamini e l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi – oltre ai 150mila euro destinati al miglioramento sismico delle scuole medie di via Gardenghi, ed ai 75mila per la riqualificazione esterna della scuola materna di via Granatieri di Sardegna, sarà inserita un’apposita voce di investimento per climatizzare l’asilo nido. Contiamo di realizzare entro la primavera quest’opera, in modo da consentire di svolgere l’attività educativa nelle migliori condizioni, durante i caldi mesi estivi (l’attività dell’asilo, infatti, prosegue fino al 31 luglio; ndr)».

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn