Settepolesini: i dati della Cava

DUP

Entro il 31 dicembre 2017, il Comune di Bondeno dovrà accertare la somma complessiva di 31mila e 197,88 euro. Vale a dire, la quota derivante dall’attività estrattiva presso la Cava di Settepolesini, anche se la suddetta cifra andrà in parte riversata a Provincia e Regione per gli oneri di propria competenza. Ovvero, il 5% della suddetta cifra alla Regione (pari a 1.559,89 euro) ed il 20% alla Provincia di Ferrara (6.239,58). Con la voce “Proventi cave” si registra così uno degli ultimi adempimenti contabili dell’anno per quel che riguarda gli uffici municipali. Il quale segue, cronologicamente, l’acquisizione da parte del Municipio della perizia asseverata depositata il 30 novembre scorso presso il Tribunale di Ferrara dall’ingegner Franco Mantero, riferita al periodo compreso tra il 1° novembre 2016 ed il 30 novembre 2017. Il quale certifica in 44mila e 568 metri cubi il materiale estratto dalla cava dalla ditta Sei Srl, nel corso del 2017. Un quantitativo conforme alla quota concessa dalla convenzione e che consolida, andando a vedere longitudinalmente il dato, anche la ripresa del settore edilizio. La perizia consegnata dall’ingegner Franco Mantero è stata acquisita agli atti del Comune lo scorso 6 dicembre e viene diffusa come consuetudine sugli organi ufficiali del Comune. Tra gli ultimi adempimenti dell’anno, vi è dunque anche quello di autorizzare l’ufficio Ragioneria ad emettere i relativi mandati di pagamenti alla Regione Emilia-Romagna, dopo avere introiettato le somme in questione, e comunque non oltre la data del 31 marzo 2018.

Verbale di deliberazione della Giunta ComunaleVerbale di deliberazione della Giunta Comunale

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn