NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Bondeno: notizie in primo piano

Programma Fiera di Ottobre

Centenariafiera2015

Una settimana di fiera, per parlare di economia, cultura e aspetti sociali del territorio.

La centenaria Fiera di Bondeno apre i battenti venerdì 11 ottobre, con il suo vasto programma, che accompagnerà i suoi visitatori fino al 15 del mese. Con iniziative di grande richiamo: venerdì alle ore 17 ci sarà il consueto taglio del nastro e l’apertura del Borgo del Pane, con l’arrivo della delegazione della città gemella di Dillingen, la quale proporrà nel suo stand la birra, il brezel e le altre specialità bavaresi, come al solito a scopo solidale: in questi anni i fondi raccolti sono serviti alla ricostruzione. Sabato, alle ore 16, due importanti appuntamenti: la presentazione in municipio della mostra antologica dedicata a Galielo Cattabriga (allestita in pinacoteca), alla presenza di Daniele Biancardi e del critico d’arte Gianni Cerioli. In contemporanea, al centro 2000, si parlerà di economia e lavoro, con presenti il vicepresidente di Confindustria Emilia, Gianluigi Zaina, il presidente della Camera di Commercio, Paolo Govoni, ed Andrea Pizzardi dei Giovani imprenditori di Confindustria. Tra gli ospiti alla presentazione della fiera, invece, c’erano Annalisa Po, Giuseppe Cavallini, Giuseppe Negrini, Luigi Gessi. «La Fiera di Ottobre si è caratterizzata negli anni per il fatto di rappresentare una vetrina per il territorio: un tempo prevalentemente agricolo, oggi che rispecchia tutti i settori produttivi – ha ricordato il sindaco Fabio Bergamini –. Un programma mai così ricco di appuntamenti, dei quali siamo grati al mondo dell’associazionismo». «La caratterizzazione che abbiamo voluto dare alla fiera – spiega il vicesindaco Simone Saletti – ha permesso di realizzare un evento campionario, in grado di creare una grande “vetrina virtuale” sulle nostre eccellenze produttive. A testimonianza del fatto che Bondeno rimane un territorio con un tessuto produttivo importante, ben rappresentato negli spazi espositivi di 1700 metri quadri complessivi, con 50 aziende presenti». Spazio anche al commercio, con lo “Sbaracco” a cura di Ascom e delle attività commerciali del centro, che offrirà opportunità di acquisto, sabato e domenica, lungo tutta la giornata. Accanto al tartufo, marchio Deco del territorio, e che sarà protagonista per due weekend della Sagra che si svolge al centro 2000, spazio anche al “pane ferrarese”, che avrà i suoi momenti di gloria: con i laboratori dal titolo “Mani in pasta” e con la premiazione delle sculture eseguite a partire dai suoi ingredienti (domenica sera alle 21), per finire con la celebre gara della “Coppia d’oro” (dell’associazione Panarea2 e di Ascom), riservata ai panificatori; ed il gioco a premi: “Pesa la cesta di pane”. A parlare degli appuntamenti gastronomici, ieri in municipio, sono stati Marilena Magagna (Panarea2), Pierluigi Zapparoli (in rappresentanza de Al Ramiol, presieduto da Mattia Bagnolati che, impossibilitato a partecipare, ha inviato un suo saluto). «La Sagra del Tartufo, negli ultimi 15 anni, è cresciuta assieme alla fiera ed al nostro territorio – rivela Pier Luigi Zapparoli (vicepresidente de Al Ramiol) –. Le nostre iniziative si sono concretizzate anche in esperienze di solidarietà, come la recente donazione delle due motoseghe al distaccamento locale dei vigili del fuoco volontari». In merito al menù della Sagra del Tartufo, «è stata rivoluzionata in alcuni punti, con antipasti, miele, e piatti dedicati a vari tipi di tartufo Deco di produzione locale. Compreso il mascarpone al tartufo, tutto da scoprire». «Continueremo a coinvolgere le scuole – dice Marilena Magagna a proposito del Borgo del Pane – per fare scoprire ai bambini come viene lavorato il pane e per far loro “mettere le mani in pasta”, letteralmente, coinvolgendo anche il Gruppo Archeologico. In un percorso che servirà a riscoprire come si utilizzavano nell’antichità i cereali». Nel dettaglio, l’alimentazione degli antichi sarà al centro di un convegno lunedì 14 (ore 13,30) in programma in viale Repubblica, dal titolo: “L’alimentazione nella Terramara di Pilastri: il pane nell’antichità”. Un appuntamento con partecipazione del Gab da non perdere, per gli appassionati di storia ed archeologia. Altri buoni motivi per partecipare? Certamente, l’inaugurazione della sede Unima (in piazza Garibaldi, sabato alle ore 11,30) e la cena di beneficenza a cura dell’associazione Al Ramiol, alla Sagra del Tartufo, in programma mercoledì 16 alle ore 20,30 in collaborazione con la Parrocchia e destinata alla ricostruzione del Cpa di Borgo Paioli. Senza dimenticare il raduno di auto storiche, a cura del Club Vecchie Ruote del presidente Silvano Cornacchini, che avrà luogo domenica, e «permetterà di fare promozione dei prodotti Deco – assicura Cornacchini – ai vari equipaggi che arriveranno da Padova, Vicenza e varie altre località».

fiera nf

DEPLIANT FIERA - FRONTE

DEPLIANT FIERA - RETRO

 

 

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn
Altre notizie